Ammissibilità della prova del prodotto offerto in corso di gara

La sentenza in commento ha, brevemente, affermato l’ammissibilità della prova del prodotto offerto in gara dai concorrenti anche qualora essa non sia stata prevista ab origine nella lex specialis di gara.

Il T.A.R. ha infatti stabilito che

E’ […] infondata [la] censura […] relativa alla presentazione dell’apparecchiatura o “demo” che, non essendo stata prevista dal disciplinare di gara, non sarebbe stata ammissibile.

poiché

Si tratta invece di legittima ed opportuna richiesta di chiarimenti/elementi integrativi di giudizio, utili alla commissione giudicatrice per valutare meditatamente e con piena cognizione le offerte tecniche, non vietata dalla normativa in materia.

T.A.R. Friuli Venezia Giulia, Trieste, Sez. I, sent. n. 408 del 30/09/2019

sponsorizza la tua attività qui