Le principali modifiche in vista per il Codice degli Appalti

Come di consueto, il periodo Natalizio (come quello estivo), si conferma il più propizio e ricco di novità!

Grazie, dunque, alle anticipazioni diffuse dai media, vi proponiamo lo schema, datato  03/12/2018, del “Decreto Legge recante misure urgenti in materia di semplificazione e sostegno allo sviluppo” (fonte https://www.corrierecomunicazioni.it/digital-economy/meno-burocrazia-per-le-pmi-e-piu-digitale-nella-pa-ecco-il-decreto-semplificazione-e-sviluppo/ ).

Segnaliamo, in particolare, le previsioni di cui all’art. 17 recante “Norme in materia di semplificazione e accelerazione delle procedure negli appalti pubblici sotto soglia comunitaria” ove, tra le altre, viene previsto:

  • possibilità di affidare i lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria (con esclusione, però, di taluni interventi) sulla base del progetto definitivo, prescindendo dalla progettazione esecutiva;
  • innalzamento della soglia per l’utilizzo della procedura negoziata di cui alla lettera c) dell’art. 36 dagli attuali € 1.000.000 ad € 2.500.000;
  • possibilità di utilizzo del minor prezzo fino a 5mln € per i lavori;
  • la possibilità, nelle procedure aperte ed a talune condizioni, di valutare l’offerta prima di esaminare l’idoneità degli offerenti;
  • deroga all’utilizzo del DGUE per la qualificazione nei mercati elettronici, salvo poi prevede il suo utilizzo nel successivo confronto competitivo;
  • modifiche sostanziali all’art. 80;
  • eliminazione dell’obbligatorietà della terna dei subappaltatori!!!

Clicca qui per il testo dello Schema di Decreto Legge