DL Semplificazioni: emendamenti fantastici e dove trovali

Si pubblica, di seguito, una raccolta “a tema” degli emendamenti più esilaranti [sigh!] proposti nel corso dell’iter di <<Conversione in legge del decreto-legge 16 luglio 2020, n. 76, recante misure urgenti per la semplificazione e l’innovazione digitale>>.

[Gli emendamenti sono riportati in estratto quindi potrebbero contenere ulteriori disposizioni. Clicca qui per una visione completa degli emendamenti al DL 76/2020]

(In deroga sino al 31 luglio 202..?)

1.10: Al comma 1, primo periodo sostituire le parole: «31 luglio 2021», con le seguenti: «31 luglio 2023».

1.12: Al comma 1, primo periodo, sostituire le parole: «31 luglio 2021» con le seguenti: «31 dicembre 2022».

(Abrogazione del codice dei contratti pubblici)

1.4: La legge 28 gennaio 2016, n. 11, e il codice dei contratti pubblici, di cui al decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50, sono abrogati, salvo quanto disposto dal comma 2. (…)

1.6: Al fine di incentivare gli investimenti pubblici nel settore delle infrastrutture e dei servizi pubblici, nonché al fine di far fronte alle ricadute economiche negative a seguito delle misure di contenimento e dell’emergenza sanitaria globale del COVID-19, dalla data dell’entrata in vigore della presente legge e fino al 31 dicembre 2023, è sospesa l’applicazione delle disposizioni del codice dei contratti pubblici di cui al decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50, per l’affidamento e l’esecuzione di lavori, servizi e forniture nonché dei servizi di ingegneria e architettura, inclusa l’attività di progettazione, di importo inferiore alle soglie di cui all’articolo 35 dello stesso codice, fatto salvo il rispetto dei principi fondamentali del diritto dell’Unione in materia ed in particolare delle disposizioni di cui agli articoli 30, comma 1, 34 e 42, del decreto legislativo n. 50 del 2016, nonché il rispetto del principio di rotazione degli inviti e degli affidamenti e l’assicurazione dell’effettiva possibilità di partecipazione agli affidamenti delle microimprese, piccole e medie imprese. Le stazioni appaltanti possono, altresì, applicare le disposizioni di cui all’articolo 50 dello stesso codice, nel periodo della sospensione. (…)

(principio di “rotazione”)

1.7: Al comma 1, sostituire le parole: «art. 36, comma 2», con «art. 36, commi 1 e 2», e al comma 2, lettera b, sopprimere le parole: «nel rispetto di un criterio di rotazione». (…)

1.30/31/32/33/34: Al comma 2, lettera b), sopprimere le parole: «che tenga conto anche di una diversa dislocazione territoriale delle imprese invitate» (…)

1.35: Al comma 2, lettera b), sostituire le parole: «di una diversa dislocazione territoriale delle imprese invitate» con le seguenti: «della presenza e del radicamento delle imprese invitate nel territorio in cui ha luogo l’appalto».

(pietà PER il RUP..o no?)

1.15: Al comma 1, sopprimere le parole: «possono essere valutati ai fini della responsabilità del responsabile unico del procedimento per danno erariale e,». (…)

1.16: Al comma 1, terzo periodo, sostituire le parole: «possono essere» con la seguente: «sono». (…) [trattasi, al contrario dell’emendamento 1.15, di imporre la valutazione in merito alla responsabilità erariale del RUP!!! ndr.]

1.17Al comma 1, terzo periodo sostituire da: «ai fini della responsabilità» a: «danno erariale» con: «ai fini della corresponsione dell’incentivo di cui all’articolo 113 del Decreto Legislativo n. 50 del 2016». (…)

1.54: «4-bis. Alle modalità di affidamento di cui al presente articolo non si applicano le Linee guida dell’Autorità nazionale anticorruzione sulle procedure di affidamento dei contratti pubblici di importo inferiore alle soglie di rilevanza comunitaria.».

(Soglia per l’affidamento diretto)

1.16: Al comma 2, lettera a), sostituire le parole: «150.000» con le seguenti: «80.000», e le parole: «per servizi e forniture nei limiti delle soglie di cui al citato art. 35» con le seguenti: «nel rispetto del principio di rotazione». (…)

1.22: Al comma 2, apportare le seguenti modifiche: 1) sostituire la lettera a) con la seguente: «a) affidamento diretto per lavori di importo inferiore a 150.000 euro e per servizi e forniture di importo inferiore a 40.000 euro;» (…)

1.24: 1) sostituire la lettera a) con la seguente: «a) affidamento diretto per lavori di importo inferiore a 150.000 euro e affidamento diretto, dettagliatamente motivato in particolare per quanto concerne la scelta del fornitore, per servizi e forniture di importo inferiore a 214.000 euro;(…)

1.26: Al comma 2, sostituire la lettera a) con la seguente: «a) affidamento diretto per lavori, servizi e forniture di importo inferiore a 150.000 euro ad esclusione dei servizi di ingegneria e architettura la cui soglia è inferiore a 60.000 euro e, comunque, per servizi e forniture nei limiti delle soglie di cui al citato articolo 35».

(MELIUS ABUNDARE QUAM DEFICERE! Complicare è meglio!)

1.16: Al comma 3, secondo periodo, inserire in fine le seguenti parole: «, fatte salve le ipotesi di cui all’articolo 95, comma 3, al ricorrere delle quali le stazioni appaltanti procedono obbligatoriamente sulla base del criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa». (…)

1.19Sostituire il comma 2 con il seguente: «2. Le stazioni appaltanti danno altresì evidenza dell’avvio delle procedure di cui al presente articolo, tramite pubblicazione di informazione sui rispettivi profili istituzionali». (…) (mah!mah!…e l’art. 29 che già esistente?..ci rinuncio,ndr.!)

1.51/52: Al comma 3, secondo periodo, le parole: «sulla base del criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa ovvero del prezzo più basso,» sono sostituite dalle seguenti: «con preferenza dell’offerta economicamente più vantaggiosa».