La verifica dell’anomalia segue le regole dell’art. 97 anche nel sotto soglia?

Si intende condividere la pronuncia in rilievo laddove il T.A.R. Firenze, muovendo dalla facoltà della stazione appaltante di attivare il procedimento di verifica dell’anomalia negli affidamenti sotto soglia,

l’assenza di una disposizione nel codice dei contratti, per quanto concerne lo svolgimento della procedura di anomalia negli affidamenti sotto soglia, ha l’effetto di attribuire alla stazione appaltante il potere di esperire (o meno) lo svolgimento di detta procedura

ha individuato, nell’esercizio di detta facoltà, la conseguenza per cui

una volta che la stazione appaltante si è determinata ad attivare la fase di verifica della sostenibilità dell’offerta, il relativo procedimento non potrà che essere regolato dall’art. 97 del D.lgs. 50/2016.

(T.A.R. Toscana, Firenze, Sez. I, sent. n. 490 del 03/04/2019)

sponsorizza la tua attività qui