Le principali modifiche in vista per il Codice degli Appalti – parte seconda

Oltre al già segnalato “Decreto Legge recante misure urgenti in materia di semplificazione e sostegno allo sviluppo” Vi proponiamo lo schema di disegno di legge – datato anch’esso 3.12.2018 – recante “deleghe per le semplificazioni, i riassetti normativi e le codificazioni di settore”.

Segnaliamo, in particolare, le previsioni di cui all’art. 7, “Delega in materia di contratti pubblici”.

La norma predetta prevede l’adozione, da parte del Governo, entro un anno dell’entrata in vigore della legge delega, di un unico regolamento che andrà a sostituire il Codice Appalti attualmente in vigore (D.lgs. 50/2016 e s.m.i.).

Il nuovo regolamento detterà la disciplina esecutiva ed attuativa in particolare nelle seguenti materia:

  1. nomina, ruolo e compiti del responsabile del procedimento;
  2. progettazione di lavori, servizi e forniture, e verifica del progetto;
  3. sistema di qualificazione e requisiti degli esecutori di lavori e dei contraenti generali;
  4. sistema di realizzazione dei contratti e selezione delle offerte;
  5. categorie di opere generali e specializzate;
  6. direzione dei lavori e dell’esecuzione;
  7. esecuzione del contratto, contabilità, sospensioni e penali;
  8. collaudo e verifica di conformità; tutela dei lavoratori e regolarità contributiva;
  9. affidamento dei contratti di importo inferiore alle soglie di rilevanza comunitaria, indagini di mercato,...

    Accedi o iscriviti...

    ...per continuare a leggere. I nostri approfondimenti sono riservati agli iscritti alla nostra piattaforma. 

    ISCRIVITI o ACCEDI