Principio di rotazione: è sempre applicabile?

La sentenza richiamata ha specificato i limiti applicativi del principio di rotazione stabilito all’art. 36 c.c.p. in relazione agli affidamenti di importo inferiore alla soglia di rilevanza comunitaria.

In particolare, il Collegio ha stabilito che

in ossequio al principio della massima partecipazione alle gare, pare condivisibile la posizione espressa dall’ANAC (linee guida 26 ottobre 2016 n. 4 aggiornate il primo marzo 2018) secondo cui la rotazione degli inviti presuppone la scelta della stazione appaltante di limitare il numero degli operatori cui attingere per gli inviti, sicchè non appare applicabile nelle procedure nelle quali siano stati invitati  tutti i soggetti che ne abbiano fatto richiesta.

(T.A.R. Liguria, Genova, Sez. II, sentenza n. 869 pubblicata il 30 ottobre 2018)